Limonaia San Sebastiano, Limone Sul Garda

Con l’acquisizione di una delle più antiche Limonaie sul lago di Garda, si può non solo evitarne il minaccioso degrado, ma anche conferire un alto carattere identificativo ad un tipo di coltivazione storicamente unico nel suo genere. Viene inoltre valutata una produzione propria del famoso Limoncello.

A nordest da Limone sul Garda, situata direttamente sul lago, si trova una delle più antiche Limonaie, San Sebastiano. La struttura risale al XIII secolo e rappresenta una particolarità agricola, che in questa forma può essere riscontrata soltanto sul lago di Garda. Pur essendo possibile contemplare il lago di Garda settentrionale già dalle pendici delle Alpi, tuttavia in questo posto vengono coltivati da secoli i limoni del sud. Il motivo per cui ora si trovano anche qui, è da attribuire ai monaci del vicino convento francescano di Gargnano. Questi portarono il frutto meridionale da Genova sul lago di Garda per la prima volta nel XIII secolo. A Limone, la regione più calda del lago, trovarono un particolare microclima che ha reso possibile una ricca produzione durante tutto l’anno. Le pareti di piante e pietra, tecnicamente elaborate, grazie alla forte esposizione a sud, accumulavano l’energia solare diurna e la restituivano rinfrescata durante la giornata.

Ricostruzione esemplare della caratteristica struttura agricola

L’uso storico come Limonaia è stato abbandonato su San Sebastiano già da secoli. La proprietà ora acquisita dal THE EUROPEAN HERITAGE PROJECT è rimasta vuota per anni e minacciava di crollare, un destino che condivide con molte altre limonaie. Poi, all’inizio del XX secolo, nuove opzioni di trasporto hanno reso l’importazione di limoni più vantaggiosa, aromi ed essenze di limone sono stati inoltre prodotti sempre più spesso artificialmente. Questa struttura, caratteristica della regione, ha ormai perso sempre più importanza, e quasi tutte le limonaie sono scomparse.

Scopo del THE EUROPEAN HERITAGE PROJECT è quello di recuperare l’intero complesso come unità di produzione agricola. In particolare, qui è stata ricostruita nella sua struttura tradizionale, in modo esemplare, una limonaia che ha segnato notevolmente il carattere di un’intera regione. Pertanto, si è cercato di riportare in vita una struttura agricola unica nel suo genere e di inserirla nei giorni nostri. Nei successivi singoli progetti, l’European Heritage Project vuole ripristinare le superfici esistenti e riattivare l’azienda agricola di limoni.

Per potenziare le superfici della struttura e la rendita, è stato programmato inoltre l’acquisto di ulteriori superfici agricole. È stata concretamente pianificata una successiva produzione del tradizionale liquore regionale Limoncello, con i frutti della produzione propria dei limoni.

Innanzitutto, ci sono comunque, in primo piano, improrogabili interventi di manutenzione, che impediscano l’avanzamento del degrado e la perdita della sostanza storica, prima che venga redatto un rapporto, che ricomprenda anche una valutazione storica.

La Limonaia è il quarto progetto italiano e il quarto progetto agricolo del THE EUROPEAN HERITAGE PROJECT.